THE ROAR AT THE DOOR | 25 giugno 2011

Francesco Bearzatti, sax ten e cl

Mauro Ottolini, trombone

Raffaello Pareti, contrabbasso

                                                                               Walter Paoli, batteria

Padronanza, libertà, semplicità, apertura: sono queste le parole chiave del tellurico quartetto “The roar at the door”.

Si tratta di un lavoro che vede il leader, Raffaello Pareti, allontanarsi dalle atmosfere mediterranee di “Circo” e “Maremma” per dar spazio alla sperimentazione di suoni e forme, con melodie ora suadenti e cinematiche, ora frammentate e urbane. Quattro musicisti tra i più interessanti e audaci della scena europea si cimentano in un repertorio semplice e diretto, mai banale, dando vita a un caleidoscopio di suoni e soluzioni timbriche, a un’anarchia ordinata di riffs e colori che affascina e trascina l’ascoltatore in un continuo gioco di rimandi. Energia pura che dà vita a un lavoro dal filo narrativo coerente in cui i musicisti sanno osare, giocare, divertirsi… L’album d’esordio del quartetto è prodotto dalla rivista di alta fedeltà Suono”, in collaborazione con il prestigioso sound engineer Stefano Amerio e Artesuono.

Francesco Bearzatti, clarinetto e sax tenore

Narratore innamorato delle parole e capace di prodigiose innovazioni, straniero sempre e ovunque eppure profondamente italiano. Diplomato in clarinetto al conservatorio di Udine, approfondisce gli studi a New York, dove ha modo di collaborare con Valery Ponomarev e Ben Riley. Da qui ha inizio un lunga attività concertistica che lo vede protagonista in ogni parte del mondo. A Parigi, dove risiede dal 2000, diventa collaboratore assiduo di Aldo Romano e Emmanuel Bex, con i quali forma il Bizart Trio. Con questa formazione registra “Virus” e “Hope” nel quale compare anche Enrico Rava. Nel 2003 viene votato Miglior nuovo talento al Top jazz indetto dalla rivista specializzata Musica Jazz. Tra le molte collaborazioni di rilievo, quelle con Giovanni Mazzarino e Stefano Battaglia (con il quale ha inciso un disco dedicato a P.P. Pasolini pubblicato da ECM). Da segnalare inoltre la partecipazione al progetto “Indigo 4” di Gianluca Petrella con il quale ha inciso due cd’s per l’etichetta Blue Note. Nel febbraio del 2008 esce “Tinissima”, lavoro dedicato alla figura di Tina Modotti che ha ottenuto numerosi riconoscimenti in Italia e all’estero. Francesco è infine protagonista di un libero adattamento per voce recitante e sassofoni di “Natura morta con custodia di sax” di Geoff Dyer. Collabora stabilmente con Louis Sclavis, Henry Texier, Roberto Gatto.

E’ risultato vincitore del top jazz 2010 nele categorie “miglior cd” (con il cd a suo nome MalcomX) e miglior gruppo (con il gruppo a suo nome Tinissima4et).

Raffaello Pareti, contrabbasso

Nel corso della sua attività ha suonato ed inciso con Antonello Salis Enrico Rava, Rita Marcotulli, Dado Moroni, Pietro Tonolo, Paolo Fresu, Enrico Pieranunzi, Toots Thielemans, David Murray, Stefano Bollani e suonato con maestri del jazz come Chet Baker e Art Farmer. Dal 1985 al 2000 è stato membro della Barga Jazz Orchestra diretta da Bruno Tommaso e nel periodo 1997/98 membro della G.O.N (Grande Orchestra Nazionale) diretta da Mario Raja. Ha fatto parte del trio di Luca Flores ed ha collaborato a lungo con Tiziana Ghiglioni e Barbara Casini. Dal 1994 al 2004 ha fatto parte del quintetto di Stefano Bollani L’Orchestra Del Titanic, formazione con la quale nel 2001 ha vinto il premio RomaJazz come miglior gruppo italiano. Più recentemente con i cd Il Circo ( la rivista Jazz Magazine lo ha messo tra i cd da non non perdere del 2003) e Maremma (Premio Europa 2007) pubblicati a suo nome dall’etichetta Egea, ha ottenuto importanti riconoscimenti in tutto il mondo. Ha suonato nei più importanti festival italiani ed inoltre a Parigi, Colonia, Kiev, Oslo, Montreal, Madrid, Harare, Adis Abeba, Francoforte, Belgrado, Novi Sad, Praga, Bucarest, Copenaghen, Kaunas. Tra le sue collaborazioni extrajazzistiche, la partecipazione la progetto Notturno Etrusco con Giorgio Albertazzi e Arnoldo Foa, due cd’s e numerosi concerti con il cantautore Sergio Caputo. Nel 2010 Down Beat ha pubblicato una speciale classifica dei 100 top cd’s degli ultimi 10 anni. Il cd a suo nome Il Circo (Egea, 2003) si è classificato tra i top ten cd del 2003.

Mauro Ottolini, trombone

All’inizio della sua carriera musicale ha fatto parte per alcuni anni dell’orchestra dell’Arena di Verona distinguendosi anche nell’ambito della musica classica (collaborazioni prestigiose con nomi del calibro di Josè Carreras, Placido Domingo, Luciano Pavarotti) e della musica leggera( Grace Jones, Lucio Dalla, Negramaro). In seguito divenuto allievo di Franco D’andrea, si dedica stabilmente al jazz. In questo ambito musicale Ottolini si distinge subito come ideatore e leader di molti progetti musicali, vantando già 10 dc’s a suo nome e un grandissimo numero di collaborazioni discografiche con artisti italiani e stranieri; Carla Blay, Maria Schneider, Steve Swallow, Kenny Wheeler, Gary Valente, Han Bennink, Daniele D’Agaro, Antonello Salis e Furio Di Castri . Attualmente collabora stabilmente con Vinicio Capossela, Enrico Rava, Franco D’Andrea, il collettivo Gallo Rojo. Nel 2008 si è aggiudicato il 7° posto nella classifica del top jazz come miglior strumentista italiano. Ha suonato nei più importanti festival italiani ed europei.

Walter Paoli, batteria, percussioni,elettronica

Ha suonato con i più importanti musicisti della scena jazzistica italiana (Bollani, Rava, Fresu, Pieranunzi, Moroni, D’andrea, Rea, Di Battista).

Tra le collaborazioni con musicisti stranieri possiamo citare Kenny Wheeler,Lee Konitz, Benny Golson,Steve Turrè, Terence Blanchard, Paul McCandless, Gary Bartz.

Si è esibito in alcuni dei più importanti festival mondiali (Montreux 1988, Umbria Jazz 2006,Montreal 2006,Jarasum Festival Corea 2006, Blue Note Tokyo 2007). Ha svolto anche una intesa attività come session man nell’ambito della musica leggera suonando e registrando per numerosi artisti (Jovanotti, Irene Grandi, Gianni Morandi).

Ha al suo attivo circa sessanta incisioni discografiche (Orchestra del Titanic, Stefano Bollani Trio, Enrico Pieranunzi,Tessa Drummond, Maria Pia De Vito).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...